Dolce tipico delle festività natalizie, il Bussolà è una sorta di ciambella ma molto più soffice.

Dolce della tradizione bresciana, il bussolà ha la forma di una ciambella. Ragion per cui molti lo assimilano al bisulan mantovano o al bussolano cremonese, ma a differenza di questi è decisamente più soffice e vaporoso. Storicamente il bussolà era consumato a colazione, inzuppato nel caffellatte. La sua consistenza originale era infatti parecchio compatta.

Tipico delle festività natalizie, a Brescia e dintorni lo si trova già dal giorno di Ognissanti.

A base di uova, burro e farina, il bussolà richiede una lavorazione piuttosto lunga, ma il risultato ripaga del tempo impiegato per preparare questo dolce dalla consistenza di una nuvola. La ricetta prevede cinque fasi di lavorazioni dell’impasto e quasi sette ore di lievitazione. Per questo solo gli artigiani riescono a  fare un ottimo bussolà e non lo troverete in vendita sulla grande distribuzione!

Qualcuno dice che siano stati i veneziani a portare questo dolce in città, altri sostengono che abbia origini ancora più antiche. Secondo la versione più accreditata, il termine bussolà deriverebbe dal celtico bés ‘mbesolàt, che significa serpente attorcigliato. Questo simbolo di buon auspicio rimanda all’idea di potere e rinascita ed è presente in molte leggende e racconti delle valli bresciane.

Stai cercando un dolce tradizionale e allo stesso tempo originale per rendere uniche le tue festività natalizie? Il Bussolà è quello che fa per te.

Per questo Natale stupisci i tuoi invitati con una novità:

Scegli il “Bussolà” Artigianale oppure uno dei Panettoni Artigianali disponibili sul nostro sito