Cosa rende così speciale l’acqua tonica?

È il chinino, che in realtà è un farmaco miracoloso. È noto per curare la malaria, aiutare la digestione, il trattamento di crampi notturni alle gambe, e rimediare a parassiti intestinali e protozoi. Il Chinino è estratto dalla corteccia dell’albero di china, pianta di origine Sud Americana.

La leggenda narra che nel XVII secolo la contessa Ana de Osorio Chinchón, moglie del viceré del Perù, Luis Jerónimo de Cabrera, malata di una misteriosa febbre molto alta, venne curata con rimedi tradizionali indigeni ottenuti lavorando la corteccia di un albero; “il nome” di questo estratto deriva infatti dalla contessa di Chinchon. Ben presto invase il mercato europeo e per quasi 100 anni il chinino veniva usato come un farmaco.

Quello che poi porta ad una grande invenzione è che, nel XVIII secolo, nelle colonie dell’India e dell’Africa, gli inglesi iniziarono a miscelare acqua e chinino in dosi elevate come trattamento della malaria. In seguito, per contrastare il gusto amaro e rendere la bevanda più piacevole, si diffuse l’uso di aggiungervi altre bevande aromatiche, preferibilmente gin. Per completare questa bevanda veniva usato anche il limone, fonte di vitamina C, per evitare che i marinai si ammalassero di scorbuto.

Ed è proprio qui che nasce uno dei long drink più apprezzati e famosi al giorno d’oggi: il GIN TONIC.

La bevanda di quei tempi è nettamente diversa da quella che conosciamo noi. Infatti l’acqua miscelata di chinina è frutto di diverse sperimentazioni e trattamenti della chinina da parte di diverse società britanniche e olandesi. Queste sperimentazioni hanno portato negli anni alla realizzazione di quella che noi chiamiamo acqua tonica, un soft drink dal gusto amarognolo spesso usata nella preparazioni di cocktails o combinata con diversi aromi e sapori.

Oggigiorno, però, non si ha bisogno di bere acqua tonica per allontanare le malattie tropicali; questa bevanda è costituita infatti da pochissimo chinino, quanto basta da renderlo gradevole al gusto. Se si volesse combattere i sintomi della malaria con l’acqua tonica moderna, dovreste bere l’equivalente di dieci gin tonic al giorno!!

 


 

Quello che vi proponiamo noi è una linea di toniche 100% olandesi che presentano una vasta gamma di sapori e abbinamenti unici creati da due gemelle con la passione per miscele creative e deliziose!

Con la Tonica Double Dutch puoi sbizzarrirti con diverse ricette moderne e speciali. Presenta infatti diversi aromi:

 

Cocomero & cetriolo

Cranberry

Indian tonic

Melograno & basilico

Mirtillo rosso

 

 


Abbiamo deciso di proporvi una di queste ricette:

30ml di Gin clandestino

15 ml di Cointreau

2 spicchi di lime spremuti dentro

Tonica Double Dutch Cranberry

 

 

 


Fateci sapere se è di vostro gradimento lasciando un commento o condividendo sui social!
Per ogni informazione e dettagli scrivete a: info@di-vinita.it
A presto!

 

 

 

Fonti Articolo:
Pensa libero 
Italian Tapas