Oggi vogliamo proporvi una ricetta molto semplice e gustosa rivisitata anche per chi è intollerante al glutine: la pasta alla carrettiera.

La pasta alla carrettiera è un primo piatto molto gustoso realizzato con pochi semplici ingredienti. Il nome sembra derivare dai carrettieri siciliani che preparavano questa pietanza di facile conservazione per poterla gustare ore o giorni dopo.
La pasta alla carrettiera conosce diverse versioni, viene proposta anche nella cucina romana e in varianti più recenti con aggiunta, ad esempio, di funghi e tonno. Inoltre, per quanto riguarda tipologia di pasta è noto utilizzare gli spaghetti; noi vogliamo proporvi un’alternativa con le tagliatelle GLUTEN FREE di Maidea.

In questa ricetta il condimento prevede aglio, peperoncino e prezzemolo a crudo, in cui vengono amalgamate le tagliatelle. Con la pasta alla carrettiera farete felici gli amanti dell’aglio, ma tranquillizzate anche i più timorosi: l’aglio crudo sarà più digeribile se avrete cura di eliminare il germoglio interno!

INGREDIENTI

  • 320g tagliatelle gluten free Maidea
  • 150g di pecorino da grattuggiare
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1 peperoncino fresco
  • sale grosso

 

Per prima cosa sbucciate gli spicchi di aglio, privateli dell’anima e tritateli finemente. Metteteli in una ciotola capiente, aggiungete il peperoncino tritato, abbondante olio e un pizzico di sale. Mescolate l’emulsione con una frusta o con una forchetta.

Lessate le tagliatelle in acqua bollente salata e scolatele al dente, conservando l’acqua di cottura. Trasferite la pasta nella ciotola con il condimento e amalgamate, aggiungendo il Pecorino grattugiato e 1 mestolo di acqua di cottura. Mescolate e, se necessario, unite un filo di olio e altra acqua di cottura. Completate con il prezzemolo tritato e servite.

La pasta alla carrettiera va servita ben calda ma sarò buona anche fredda!

Potete conservare la pasta alla carrettiera per 1 giorno in frigorifero coperta con pellicola trasparente.
Si sconsiglia, inoltre, la congelazione.

 

E il bere? Cosa ci possiamo abbinare?

La nostra sommelier Eliana popone:

Come vino bianco un Oinì, di colore giallo giallo oro carico dal profumo particolarmente fruttato e floreale.

Per chi ama le bollicine si consiglia un Franciacorta Nature DOCG, vino tipicamente lombardo, fresco e dal gusto armonico.

Come vino rosso un Cifra IGP, 100% Cabernet Franc.

 

 

BUON APPETITO!

Fonte:
FreeSenzaglutine
GialloZafferano